L'anatra, la morte e il tulipano

Compagnia Tardito/Rendina

GIORNATA DELLA MEMORIA 2018

 

23 GENNAIO 2018 ORE 10:00 | TEATRO COMUNALE G. VERDI

 

Spettacolo di teatro danza, musica e parole
Età consigliata: dai 6 ai 14 anni
Durata: 50 minuti circa

 

liberamente tratto da “Ente, Tod und Tulpe” di Wolf Erlbruch
idea, traduzione, drammaturgia e regia Bruno Franceschini
coreografia e interpretazione Aldo Rendina
e Federica Tardito musicisti Friedrich Edelmann (fagotto)
e Rebecca Rust (violoncello)
musiche di W. A.Mozart, L. van Beethoven,
G. Bizet, H. Gal, P. Hindemith e K. M. Komma
luci Lucia Manghi e Deborah Penzo
scenografia e costumi Cristiana Daneo
produzione Franceschini/Droste & Co. (Berlino),
Compagnia Tardito/Rendina (Torino),
Associazione Sosta Palmizi (Cortona)
vincitore Eolo Awards 2015 come miglior spettacolo di teatro ragazzi e giovani

 

“Andiamo allo stagno?” domandò l’anatra. Era ciò che la Morte temeva. Quella dell’incontro fra l’anatra e la morte è una storia inaspettatamente divertente e leggera. In fondo racconta una cosa semplice e cioè che la morte ci accompagna fin da quando siamo in vita e che comprenderlo ci aiuta a non averne paura, a sentirci meno soli.
La strana e inaspettata amicizia fra l’anatra e la morte viene narrata attraverso un linguaggio coreografico, grazie ai corpi e le movenze, ma anche alle voci di Aldo Rendina e Federica Tardito. Un duetto teatrale stralunato, buffo e poetico che sul palco trova la sua ideale corrispondenza musicale nell’inusuale abbinamento fra fagotto e violoncello.

 

La compagnia tardito/rendina nasce dall’incontro fra i danzatori/coreografi Federica Tardito e Aldo Rendina. Insieme per vicinanza e frequentazione di un sentire comune‚ assaporano il gusto di percorrere le vie dell’ironia nelle sue diverse forme; sperimentano il piacere di osservarsi drammatici per sorprendersi ridicoli, cuore della loro poetica.

 

 

 
Facebook
Youtube
Vimeo
Flickr
 

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle iniziative del Tam

News