PETER PAN, IL SOLDATO

Pantakin - Cikale Operose

31 gennaio 2017 ore 10:00 | Auditorium Copernico

 

Età: dai 10 anni

Teatro d'attore

durata: 55’

 

Drammaturgia David Conati
Dramaturg Marco Gnaccolini
Canzoni originali David Conati
da un'idea di Giampaolo Fioretti
Regia Michele Modesto Casarin
Con Michele Modesto Casarin, Matteo Fresch, Pierdomenico Simone

 

Parlare di guerra ai giovani non è facile. Le celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra possono essere l'occasione di offrire una proposta di approfondimento accattivante nella forma, ma non per questo meno efficace nel contenuto.
Cima Grappa.
Ossario di guerra.
Da quasi settant'anni sulla lapide numero 107 qualcuno posa ogni giorno fiori di campo, sassi di montagna e piccole conchiglie. Il nome del soldato che riposa in quella tomba è Péter Pan. Il soldato Péter Pan, diversamente dal suo omonimo letterario, non viveva in una favola, non poteva volare, e, come tutta una generazione, fu arruolato ed inviato suo malgrado al fronte. Dalla biografia di questo ragazzo, figlio di minatori, i Pantakin ricavano un lavoro che scende in profondità. C'è Péter, giovanissimo sul modello di "I ragazzi della via Pal" che gioca alla guerra, sospeso tra i rivali coetanei del paese vicino e una madre brontolona che lo rimprovera perché rientra a casa infangato.
C'è il contrasto tra la visione del mondo della cultura rurale, e gli ideali di patria, guerra, eroismo insegnati dal maestro a scuola. C'è, infine, lo scarto tra la dimensione reale dell'esistenza nel proprio villaggio, e quella (sur)reale della prima linea

 
Facebook
Youtube
Vimeo
Flickr
 

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle iniziative del Tam

News