Storia di una corsa

Alberto Riello

Teatro d’attore
Età consigliata: scuole secondarie 1° - classi II e III
Durata: 1 ora e 30 minuti. 50 minuti di spettacolo + 40 minuti di dibattito guidato.

 

 

con Alberto Riello
testo di Loredana D’Alesio
tecnico luci e suono Massimo Farina

 

Lo spettacolo è la cronaca in diretta di una gara nazionale di corsa campestre da parte di uno dei concorrenti, un giovane alle prese con la sua prima prova importante.
L’attore corre sul tapis roulant, unico oggetto in scena e correndo racconta i suoi pensieri.
Il suo desiderio di vincere si alimenta di ricordi, aspettative sentimentali, frustrazioni. Si trasforma in desiderio di riscatto...
È il racconto di una gara dunque, ma non solo; è anche una riflessione sul significato che la competizione ha assunto nella nostra epoca e sulle sue esasperazioni.
Il monologo affronta le tematiche del doping, dell’ansia da prestazione, della paura di non arrivare primi. Nella campestre come nella vita.
La corsa diventa insomma la metafora di una società che nella sua scala di valori mette il
successo al primo posto. Costi quel che costi.


Alberto Riello
è insegnante e attore, si occupa di teatro dei ragazzi e per i ragazzi. I suoi spettacoli affrontano tematiche legate ai problemi dell’infanzia e del mondo giovanile.
Nel 2013, con lo spettacolo “Web generation” ha vinto il primo premio al Festival Nazionale “Giorgio Gaber” di Grosseto.

 
Facebook
Youtube
Vimeo
Flickr
 

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle iniziative del Tam

News