verso Klee un occhio vede, l'altro sente

Trilogia della pittura in scena/terzo movimento

Età consigliata: dai 6 anni /teatro famiglie / teatro serale

Durata: 50'

 

Uccelli di conoscenza

pesci di cuore

minuscole creature dagli occhi senza confini...

Buongiorno a voi!

 

verso Klee completa la trilogia di Tam sulla pittura del '900.

Diversamente dai due precedenti lavori (Anima blu dedicato a Chagall e Picablo dedicato a Picasso) verso Klee non è dedicato al famoso artista svizzero bensì è uno spettacolo che nasce dall'incontro, ideale, tra Klee e Tam, tra il pensiero sull'arte espresso da Klee e la poetica teatrale di Tam, tra la sua ricerca pittorica e la nostra ricerca scenica.

Punti d'incontro li abbiamo trovati nella comune propensione alla sperimentazione come luogo di sintesi tra il vedere e il sentire, nell'attitudine compositiva antinarrativa, nella passione per musica e poesia, nel tratto ludico e nello sguardo infantile con cui guardare la vita anche quando non si è più bambini.

Per prepararci a questo incontro, che avverrà sulla scena, abbiamo attinto ai suoi diari e agli appunti per le lezioni al Bauhaus, abbiamo osservato la collezione dei burattini al Museo di Berna e la maggior parte delle opere pittoriche, ci siamo soffermati sui titoli particolarissimi che le accompagnano e abbiamo sondato con pudore e curiosità la sua vita privata piena di gatti, viaggi, amicizie, affetti e conflitti famigliari.

Sulla scena tutto ciò che abbiamo potuto ricostruire o immaginare di Klee lo abbiamo messo in relazione con la nostra poetica e, alla luce della trentennale esperienza di teatro per l'infanzia, ne abbiamo ricavato una sintesi scenica che esprime la profondità nella superficie, là dove l'invenzione trova la sua più leggera espressione.

 

La scena si presenta composta da una serie di stanze in continua trasformazione abitate da creature a metà tra l'umano e il fantastico: il clown dalle grandi orecchie Signor Oscar, i teatrini col sipario rosso, le maschere cenciose, l'eroico suonatore di violino, Signor Klee. A tratti sono maschera, marionetta, burattino e sono loro a costruire un mondo ad arte dove tutto si intreccia e niente prevale e dove la pulsazione ritmica di luce buio suono e silenzio guida il gioco in cui un occhio vede e l'altro sente.

 

 

.

Alcuni testi, la maggior parte dei quali tratti da scritti di Klee, contrappuntano nello spettacolo le diverse scene. Sono detti da una voce di bambino. Per chi ricordasse lo storico spettacolo Tam del 1986, Children's Corner, realizzato per il Teatro alla Scala, sappia che il bambino che legge Klee è figlio della bambina che leggeva le cartoline di Debussy...un bizzarro giro del tempo si è compiuto!

E sempre a proposito di testi ce n'è uno, all'inizio dello spettacolo, in cui Klee nomina le minuscole creature dagli occhi senza confini ebbene, per noi quelle creature sono i bambini spettatori ai quali offriamo lo spettacolo così come Klee costruiva e poi donava al piccolo figlio Felix i burattini, perché giocasse al suo teatro.

Cosa ne faranno dello spettacolo i bambini che lo vedranno, resterà per noi un mistero.

Ci auguriamo li possa aiutare a re-interpretare il mondo in una chiave magica allusiva e misteriosa.

E che li renda leggermente felici.

Il teatro, spesso, può farlo.

 

 

Pierangela Allegro, maggio 2014

 

 

 

ENGLISH VERSION

 

 

 

verso Klee un occhio vede, l'altro sente 

Trilogy of painting on stage / third movement

 

 

Conceived by Pierangela Allegro, Michele Sambin

Wrote by Pierangela Allegro

Actors Flavia Bussolotto, Alessandro Martinello

Collaboration children’s voice is Alvise Pavanini

Music composed and played by Michele Sambin

Video Animation by Raffaella Rivi, Alessandro Martinello

Direction, stage and images by Pierangela Allegro, Michele Sambin

Produced by Tam Teatromusica

 

 

Birds of knowledge

Fishes of heart

Tiny creatures with eyes without boundaries…

Good morning to you!

 

 

Verso Klee completes the trilogy of Tam on the picture of the XX centuries.

Differently from the two previous works (Anima Blu dedicated to Chagall and Picablo dedicated to Picasso) verso Klee it is not dedicated to the famous Swiss artist, but it is a show born from the ideal meeting between Klee and Tam, between the artistic thought expressed by Klee and Tam’s scenic poetry.

Common point of view can be found on sharing love for experimentation as a melting point between see and hear, on non-narrative attitude of composition, on passion for music and poetry, on playful character and on young/fresh look towards life even when you are not a child anymore.

In order to get ready to this meeting, which will take place on stage, we draw from his diaries and his notes for the lessons at Bauhaus, we studied the puppets collection at Berna’s Museum and the main parts of the pictorial works. We noticed the peculiar titles of the paintings and we explored with respect and curiosity his private life full of cats, travels, friendships, feelings and family conflicts.

On stage, we linked all that we could recreate or imagine about Klee to our poetry, and, thank to our 30 year experience of theatre for children, we create an scenic synthesis able to express deepness on surface, there where invention finds its lightest expression.

The scene is composed by a series of rooms in constant transformation haunted by creatures half human, half fantastic: big eared clown Mr. Oscar, red curtains little theatres, ragged masks, the heroic violinist, Mr. Klee. They can be mask, marionette, puppet, and they can build a world of art where everything is entangled and nothing prevails, and where the rhythmic pulse of light, darkness, sound and silence lead the game where an eye sees and the other hears.

What will child do about the show they see, it will remain a mystery to us.

We hope it can help them to re-interpret the world in a magic, allusive and mysterious way

We hope they can be softly happy.

Theatre, often, can do it.

 

 

 

Ideazione 
Pierangela Allegro Michele Sambin
Scrittura 
Pierangela Allegro
Con 
Flavia Bussolotto, Alessandro Martinello
Collaborazione artistica 
la voce del bambino è di Alvise Di Rienzo Pavanini
Composizione ed esecuzione musiche 
Michele Sambin
Video animazione 
Raffaella Rivi, Alessandro Martinello
Scene 
Maschere e Oggetti Pierangela Allegro Michele Sambin
Foto 
Claudia Fabris e Fabio Montecchio
Direzione 
Michele Sambin
Produzione 
Tam Teatromusica
Contributi 
Cosulenza storiografica Cristina Grazioli // Con la collaborazione di Comitato Mura di Padova, Bel-Vedere/Progetto Partecipato tra artisti-operatori-cittadini a cura di Echidna ass. cult. e Comune di Mirano, Associazione Nuova Scena di Piove di Sacco
 
Facebook
Youtube
Vimeo
Flickr
 

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle iniziative del Tam

News